Arrendersi… la chiave per l’Ascensione.............

Arrendersi… la chiave per l’Ascensione

La Terra è attualmente presa in un vortice energetico che porta gli esseri umani ad una diversa percezione del tempo e dello spazio.

Queste mutate percezioni stanno modificando il modo delle persone di percepire sé stesse ed anche il modo in cui gli esseri umani si relazionano tra loro e con l’ambiente. Questo cambiamento di percezione servirà ad attenuare la necessità di un cambiamento fisico dannoso, e sebbene un grande cambiamento fisico avverrà in ogni caso, esso sarà il risultato della modificata percezione umana di queste relazioni. In questo modo, gli esseri umani sperimenteranno una più profonda comprensione del loro ruolo di creatori.

Sul nostro orizzonte temporale, tuttavia, incombe sempre più minaccioso un incubo tecnologico alla “Matrix”. Il boom della tecnologia “virtuale”, ad esempio, vedrà presto la creazione di quelle che vengono definite “personalità virtuali”. E’ necessario quindi stare in guardia, poiché il pericolo che da tutto ciò deriva è più che mai evidente. C’è chi prevede che già dal 2020 avremo qualche difficoltà a distinguere tra ciò che è reale e ciò che non lo è; mentre intorno al 2030, sarà ormai raggiunta la cosiddetta realtà virtuale “tattile” e full immersion. A quel punto si realizzerà la nascita di un mondo alla “Matrix”, dove non ci sarà più una chiara e netta distinzione tra realtà virtuale e realtà vera.

Ogni giorno, nuove storie di “progressi tecnologici” balzano alla nostra attenzione, preannunciandoci come sarà la nostra vita nel futuro. Ma bisogna essere consapevoli di quali e quante limitazioni questa tecnologia ci sta sempre più imponendo, togliendoci la nostra libertà, ma nello stesso tempo facendoci credere il contrario, così come ci viene spesso “suggerito” dalla pubblicità. Sul nostro futuro imminente pesa quindi questo tremendo e nefasto incubo tecnologico, fatto di telecamere di sorveglianza, lettura del cervello, carte d’identità computerizzare, impianti e chips sotto pelle, ecc.

Tutto sembra quindi presagire un mondo simile ad una prigione, piuttosto che prospettarci un risveglio spirituale ed un possibile Paradiso sulla Terra. Molti films, ci prospettano uno scenario da fine del mondo, molto più di quanto rappresentino un futuro luminoso e pieno di pace. Scie chimiche (chemtrails) e continui disastri naturali e “pilotati”, ci rendono sempre più difficile sperare in una realtà piacevole per il nostro pianeta.

Ma allora, cosa possiamo fare tutti noi, specialmente come individui, per gestire questo incubo apocalittico sempre più invadente? Esiste una sola risposta: arrendersi!

Naturalmente questa parola – arrendersi – può avere molte connotazioni, ma quella che qui le vogliamo dare, non consiste nell’accettazione passiva di uno stato di schiavitù, quanto piuttosto nella comprensione di quell’incredibile verità spirituale che si trova intorno a noi e ci include in sé stessa. Una verità tenutaci nascosta dai media, dalla stampa e da tutti quei poteri che ci vogliono mantenere schiavi.

Tuttavia dobbiamo essere consapevoli del fatto, che coloro che fanno parte del cosiddetto “Nuovo Ordine Mondiale”, e che sono i veri responsabili di questa distorta realtà, temono fortemente che le persone possano riuscire a ribellarsi a questo stato di cose, fuggendo in un mondo dimensionale a più elevata vibrazione. E questo rappresenta esattamente il “punto di forza” in mano ad ognuno di noi e che possiamo imparare ad utilizzare e a gestire, a partire dai piccoli gesti quotidiani e dall’attenzione che poniamo alla realtà che ci sta intorno.

La limitazione delle nostre libertà personali e le continue restrizioni imposte dai governi e dagli oppressori, sono comunque anche una conferma che il tempo della Libertà è vicino. Tutto ciò che dobbiamo fare è allungare la mano ed afferrare questa Libertà mentre ci passa accanto; quindi tenerla stretta e cavalcare la Luce verso un nuovo, incredibile e magnifico futuro, in cui la Libertà non sarà più qualcosa per cui si debba lottare, ma un semplice dato di fatto; dove la Terra non sarà qualcosa da possedere o controllare, ma da condividere e servire, e di cui tutti potremo godere equamente.

Se le cose peggioreranno ancora nei prossimi anni, questo sarà, paradossalmente, motivo di speranza per tutti. E questo perchè più cresceremo nello spirito, avvicinandoci all’unione spirituale con il nostro Sé superiore, più il “lato Ombra” avrà paura e farà opposizione. Il crescere dell’Ombra, quindi rappresenterà un segnale che anche la vera Libertà si starà avvicinando. Ma dovremo essere in grado di sintonizzarci con essa e arrenderci al “lato Luce”.

Tutto questo rappresenta la chiave del vero processo di ascensione.

Fonte: http://www.eoslailai.com/index.php?option=com_content&view=article&id=101:peter-farley-arrendersi-la-chiave-per-lascensione&catid=21:articoli-vari&Itemid=26

Queste mutate percezioni stanno modificando il modo delle persone di percepire sé stesse ed anche il modo in cui gli esseri umani si relazionano tra loro e con l’ambiente. Questo cambiamento di percezione servirà ad attenuare la necessità di un cambiamento fisico dannoso, e sebbene un grande cambiamento fisico avverrà in ogni caso, esso sarà il risultato della modificata percezione umana di queste relazioni. In questo modo, gli esseri umani sperimenteranno una più profonda comprensione del loro ruolo di creatori.

Sul nostro orizzonte temporale, tuttavia, incombe sempre più minaccioso un incubo tecnologico alla “Matrix”. Il boom della tecnologia “virtuale”, ad esempio, vedrà presto la creazione di quelle che vengono definite “personalità virtuali”. E’ necessario quindi stare in guardia, poiché il pericolo che da tutto ciò deriva è più che mai evidente. C’è chi prevede che già dal 2020 avremo qualche difficoltà a distinguere tra ciò che è reale e ciò che non lo è; mentre intorno al 2030, sarà ormai raggiunta la cosiddetta realtà virtuale “tattile” e full immersion. A quel punto si realizzerà la nascita di un mondo alla “Matrix”, dove non ci sarà più una chiara e netta distinzione tra realtà virtuale e realtà vera.

Ogni giorno, nuove storie di “progressi tecnologici” balzano alla nostra attenzione, preannunciandoci come sarà la nostra vita nel futuro. Ma bisogna essere consapevoli di quali e quante limitazioni questa tecnologia ci sta sempre più imponendo, togliendoci la nostra libertà, ma nello stesso tempo facendoci credere il contrario, così come ci viene spesso “suggerito” dalla pubblicità. Sul nostro futuro imminente pesa quindi questo tremendo e nefasto incubo tecnologico, fatto di telecamere di sorveglianza, lettura del cervello, carte d’identità computerizzare, impianti e chips sotto pelle, ecc.

Tutto sembra quindi presagire un mondo simile ad una prigione, piuttosto che prospettarci un risveglio spirituale ed un possibile Paradiso sulla Terra. Molti films, ci prospettano uno scenario da fine del mondo, molto più di quanto rappresentino un futuro luminoso e pieno di pace. Scie chimiche (chemtrails) e continui disastri naturali e “pilotati”, ci rendono sempre più difficile sperare in una realtà piacevole per il nostro pianeta.

Ma allora, cosa possiamo fare tutti noi, specialmente come individui, per gestire questo incubo apocalittico sempre più invadente? Esiste una sola risposta: arrendersi!

Naturalmente questa parola – arrendersi – può avere molte connotazioni, ma quella che qui le vogliamo dare, non consiste nell’accettazione passiva di uno stato di schiavitù, quanto piuttosto nella comprensione di quell’incredibile verità spirituale che si trova intorno a noi e ci include in sé stessa. Una verità tenutaci nascosta dai media, dalla stampa e da tutti quei poteri che ci vogliono mantenere schiavi.

Tuttavia dobbiamo essere consapevoli del fatto, che coloro che fanno parte del cosiddetto “Nuovo Ordine Mondiale”, e che sono i veri responsabili di questa distorta realtà, temono fortemente che le persone possano riuscire a ribellarsi a questo stato di cose, fuggendo in un mondo dimensionale a più elevata vibrazione. E questo rappresenta esattamente il “punto di forza” in mano ad ognuno di noi e che possiamo imparare ad utilizzare e a gestire, a partire dai piccoli gesti quotidiani e dall’attenzione che poniamo alla realtà che ci sta intorno.

La limitazione delle nostre libertà personali e le continue restrizioni imposte dai governi e dagli oppressori, sono comunque anche una conferma che il tempo della Libertà è vicino. Tutto ciò che dobbiamo fare è allungare la mano ed afferrare questa Libertà mentre ci passa accanto; quindi tenerla stretta e cavalcare la Luce verso un nuovo, incredibile e magnifico futuro, in cui la Libertà non sarà più qualcosa per cui si debba lottare, ma un semplice dato di fatto; dove la Terra non sarà qualcosa da possedere o controllare, ma da condividere e servire, e di cui tutti potremo godere equamente.

Se le cose peggioreranno ancora nei prossimi anni, questo sarà, paradossalmente, motivo di speranza per tutti. E questo perchè più cresceremo nello spirito, avvicinandoci all’unione spirituale con il nostro Sé superiore, più il “lato Ombra” avrà paura e farà opposizione. Il crescere dell’Ombra, quindi rappresenterà un segnale che anche la vera Libertà si starà avvicinando. Ma dovremo essere in grado di sintonizzarci con essa e arrenderci al “lato Luce”.

Tutto questo rappresenta la chiave del vero processo di ascensione.

Fonte: http://www.eoslailai.com/index.php?option=com_content&view=article&id=101:peter-farley-arrendersi-la-chiave-per-lascensione&catid=21:articoli-vari&Itemid=26

Login utente

test