Colloqui con Gesù Parlar facile con Gesù......3....12.....16

Colloqui con Gesù

Parlar facile con Gesù

 

Parliamo normalmente con noi stessi e spesso ci rivolgiamo anche a Dio, specie quando lo sentiamo più sensibilmente presente in noi, è una buona cosa considerare accanto a noi la sua presenza e dialogare con Lui, facendolo prender parte alla nostra vita.

Nei “Colloqui con Gesù” possiamo vedere un esempio dello svolgimento di questi colloqui, in essi vi è anche “ipotizzato” la risposta che potrebbe fare Gesù al nostro parlare!

La quotidianità dei colloqui che possiamo avere con Gesù non deve sorprenderci, poichè come ho detto all’inizio, siamo soliti parlare con noi stessi, ma anche con le presenze spirituali che percepiamo accanto a noi, con la stessa naturalezza.

Forse la meraviglia ci viene dalle risposte che “crediamo” possano pervenire dall’”alto”, quindi è opportuno comprendere come meglio discernerle ed evitare di confonder la nostra mente.

Possiamo dire che quando più siamo interessati e coinvolti in quel che chiediamo tanto più è inficiata la veridicità della risposta, mentre quanto più puro e disinteressato è il nostro cuore, tanto più ci rendiamo conto che le risposte al nostro parlare possano veramente avere il sostegno dell’illuminazione divina.

Se nel nostro cuore vi è amore e non egoismo, Gesù può far facilmente breccia in esso e farsi sentire.

 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Perdonami

 

Ieri, non ho saputo offrirti neanche una piccola mortificazione in risposta a tutto il bene che mi fai, Signor mio. Ne ho profonda vergogna, il mio amor proprio, toccato nel cuore, pur se solo superficialmente, ha "reagito", non riuscendo a tacere come avresti voluti Tu.

Adesso il mio cuore piange di pentimento, perdonami, o mio GESU', se non sento il Tuo perdono che addolcisce la mia pena, il dolore "scava" in esso, forse è giusto così, debbo scontare il mio errato comportamento. -

"Mio caro, il mio amore è grande e la misericordia infinita. Vieni tra le Mie dolcissime braccia. Se vieni ti accogliero' col Mio tenerissimo sguardo."

Vengo......non c'è cosa più bella!

M'immergo in esso, come in un mare blu e limpido, facendomi avvolgere dal tepore delle sue dolci acque. Sol così il mio dolore sarà lenito.

"Il tuo pentimento è tale che Io non ho più ostacoli dalla tua volontà per accoglierti tra le mie braccia. Esso annulla la tua colpa, perché  invoca il Mio perdono e la pena è il dolore stesso che hai sentito finora."

Grazie, Signor mio, eternamente grazie!

 

Le guide di Supereva

guide.supereva.it/

 

marinella..{#emotions_dlg.big-hug}

Login utente

test