L’esperienza della morte.....................18......4,,,,17

Un blog dedicato agli Angeli e Arcangeli che da sempre mi guidano

L’esperienza della morte.

mani-luce
“Io ci sono,

oltre il tempo,la paura, il dolore,
l’attimo che ci ha carnalmente disgiunti ...
e sono vivo e presente, nella Luce, accanto a Te!”

Mi piace questa immagine: rappresenta l’incontro stupendo che accade tra un vivo e un defunto o una creatura angelica.
E’ un contatto reale, e meraviglioso, in entrambe le esperienze; con il defunto, questo “tocco magico”, genera una pelle d’oca, un brivido freddo; è una sensazione simile alla morte, che li ha portati via dal mondo materiale,  togliendo loro la sola essenza corporea, ma non spirituale, energetica.
Credo sia capitato a molti di avvertirlo, soprattutto quando parliamo di una persona scomparsa di recente, magari in modo improvviso e tragico, di avvertire la pelle d’oca di cui sto parlando.
Qualcuno lo dice:”Mi viene la pelle d’oca, solo a pensarci!”
In realtà la pelle d’oca ci viene perché parlandone lo evochiamo ed egli è lì, fra noi, e ci tocca.
Freddo il tocco di un defunto, caldo quello di un’Angelo.
Il contatto angelico é  tepore dolcissimo, un tepore che a volte toglie il fiato, tanto è “profondo”..
L’uno e l’altro sono straordinari, ma vanno capiti e gestiti al meglio.
Oggi parleremo della ricerca di chi ha lasciato la vita terrena e tenta di mettersi in contatto con noi.
I defunti stentano a farsi materia, di nuovo  tangibile,  ai nostri occhi; essi si manifestano a noi, solitamente,  dopo  il distacco completo dell’anima dal corpo e l’ascesa, cioè in un arco di tempo che può variare, ma che solitamente rientra nelle  ore successive alle esequie religiose o alla tumulazione.
La situazione ottimale nei contatti la si ottiene dopo che essi hanno subito una prima fase  di purificazione:
Ma perché vengono a noi?
Essi vengono e attraggono la nostra attenzione, generalmente, per:
consolarci,
aiutarci,
darci consigli,
o suggerimenti,
portarci veggenze,
chiedere aiuto …
Amano essere ACCOLTI, riconosciuti, RICORDATI E AIUTATI NELLA PURIFICAZIONE.
PERCHE’ DOVREMMO SENTIRLI, dare loro spazio? E perché ci vengono a visitare?
Innanzi tutto non é bene evocarli, non vanno evocati.
Sono loro, che vengono a noi o per necessità, diciamo loro, personali, o per sollecitudine nei nostri confronti, perché siamo prossimi a dei cambiamenti, che essi reputano, potrebbero  arrecarci grande gioia o al contrario disturbarci: buoni esiti lavorativi, nascite, vincite, malattie, ricompense … ci vengono spesso anticipate da un defunto che ha con noi un legame d’affetto e/o parentela.
E’ una forma di telepatia, oltre la morte, che si manifesta e che dimostra la grandezza dei legami terreni e di cui parlerò ancora.
I defunti, quindi,  ci vengono a visitare perché vogliono vederci ancora, sostenerci, dimostrarci la loro benevolenza, oppure chiederci, a loro volta,  aiuto, attraverso la preghiera, il  ricordo;
a molti  essi vogliono portare una novella, un pizzico di fortuna o anticipare difficoltà prossime..
In generale i familiari, se non sono avvezzi a questi contatti, non li avvertono.
Essi si presentano  allora  da chi ha ricevuto dal Divino il dono di sentirli, di vederli; attratti da queste persone, dotate di  capacità medianiche, vale a dire di una sensibilità particolare, chiedendo quel dialogo, e ascolto non avuto  dalle persone care.
Essi quindi vogliono e chiedono con insistenza a questi “mediatori” di trasferire le loro volontà ai propri congiunti.
Le anime trapassate vogliono collaborare ancora con i vivi, per creare una continuità tra la vita terrena e il dopo …, per avere notizie sui loro cari, per far loro pervenire notizie, sulla loro “essenza di estinti”, per gestire le premonizioni, per informare i vivi di ciò che sta loro a cuore, per fornire loro una  guida .
Essi sono, per noi, grandi TESORI, perché congiungono e testimoniano la stretta connessione tra il terreno e il divino, tra ciò che è materiale e ciò che è puro spirito,  ma  interpretare e farsi portavoce delle loro richieste, comporta molta attenzione e una buona dose di spiritualità positiva;  la loro visione dei fatti ed eventi terreni è reale, ma limitata, NON PERFETTA e quindi chi tra noi  può interagire solo  con  le anime dei defunti, DEVE AVERE QUESTA CONSAPEVOLEZZA di relatività delle informazioni che raccoglie, al fine di non sbagliare, di non dar credito a notizie, che vista l’evoluzione continua degli eventi, potrebbero rivelarsi  non del tutto fondate.
Tutto sta accadendo in un flusso estremamente dinamico, le realtà appaiono  MOLTO MUTEVOLI e quindi chi ode la loro voce e li visualizza, deve  sicuramente dare loro spazio, ma con estrema CAUTELA, soprattutto nella fase di trasmissione dell’ambasciata  “per i terzi”.
Le informazioni che ci pervengono dalle Creature angeliche sono attinte direttamente dalla Luce divina, in modo diretto, lineare; il defunto acquisisce tali consapevolezze in  forma secondaria e per tanto non così piena, chiara, corretta.
La loro veggenza è più esposta a variazioni, che essi registrano e divulgano più lentamente.
Un mediatore, che interagisce con gli Angeli e gli  Arcangeli  difficilmente si farà “prendere” da notizie non certe e se ne farà quindi erroneamente portavoce.
In generale,  aiutiamo l’Anima che chiede preghiera, intercediamo per la sua elevazione nel giudizio, ma evitiamo di riferire a familiari informazioni che potrebbero essere vero nell’attimo del contatto, ma non più nei giorni a venire.
Al contrario, se abbiamo il validissimo supporto del dialogo angelico, possiamo controllare la VERIDICITA’ DELLA NOTIZIA con Angeli e Arcangeli e, se reale, trasmetterla al destinatario.

Se un dubbio permane, confrontiamoci, cercando un contatto con altre persone della “rete di Luce”, che POSSIEDONO questi DONI E MANTENIAMOCI SUL GENERICO CON CHI ATTENDE DA NOI UNA RISPOSTA.
I NOSTRI CARI ESTINTI, RIMANGONO CREATURE MERAVIGLIOSE, ma  HANNO SPESSO UNA VISIONE ANSIOSA E PARZIALE DEI FATTI E QUESTO può GIOCARCI  brutti scherzi e creare stati ansiosi inutili nei destinatari della missiva.
NON è UN PERIODO FACILE QUESTO e quindi,  vista la crescita in atto, ci si deve muovere con attenzione e tanta umiltà.
Per il BENE di TUTTI …
Voi vi chiederete, come sia fattibile  SENTIRLI?
Essi si manifestano in vari modi: ci spostano oggetti di uso quotidiano, per attirare la nostra attenzione, ci stringono un braccio, disturbano le trasmissioni delle apparecchiature elettriche delle nostre case, accendono e spengono a piacere  lampadine, lampioni, computer, ci stanno accanto in modo ravvicinato, tanto che ne percepiamo, a volte, anche fisicamente la presenza: sentiamo un disagio, abbiamo la percezione strana di essere osservati; la loro presenza è talvolta così assillante che l’occhio coglie un movimento o una sagoma…; quando avvertiamo la loro presenza, dobbiamo stabilire se sia giusto rivolgerci a loro, creare un contatto, e poi, presa la “decisione fatale”,  procedere o evitando o dando spazio alla comunicazione.
Quello che consiglio è di non pasticciare mai, vale a dire, non fare evocazioni strane, non improvvisarsi “medium”, non fare senza avere consapevolezze e conoscenze.
Le persone particolari esistono per questo e quindi chiediamo a loro…
Gli apparenti dispetti, non sono altro che la ricerca della nostra  attenzione, perché non hanno diritto di parola diretta, cioè possono risponderci, ma non avanzare domande o intessere relazioni primarie con noi;
siamo quindi noi, avvertita la loro presenza, a chiedere il motivo a doverci chiedere il motivo della loro presenza vicino a noi, della loro visita.
Lavorare con loro, per loro, richiede grande attenzione e consapevolezze, quindi una crescita continua, serena e costante, perché è giusto aiutare chi può essere aiutato, ma esistono tanti cavilli, chiamiamoli così, e quindi per il bene di tutti, lo ripeto ancora, sapere cosa si sta facendo; esistono anche le “anime morte”, di cui non dobbiamo curarci, ma affidarle alle creature divine, di Luce,  preposte a questo compito; potremmo imbatterci in spiriti “particolari” ricordiamoci che il nostro compito è grandissimo e carico di autorevolezza, ma potremmo essere nella condizione di compiere azioni che richiedono capacità particolari, quindi niente esperimenti strani, ma con semplicità ORDINIAMO LORO DI ANDARSENE E CHIEDIAMO PROTEZIONE; essi  DOVRANNO OBBEDIRCI;
se facciamo parte delle persone dotate di capacità sensoriali indispensabili per comunicare con i defunti, non temiamo il nostro dono, ma non lo sopravvalutiamo, né sminuiamolo con azioni poco corrette; IMPARIAMO A CONFRONTARCI CON CHI, simile a noi,  IL CIELO METTE SULLA NOSTRA STRADA, SENZA PRESUNZIONE, Né TIMORI INFONDATI, e serviamoci tanto della preghiera; questi sono due ottimi alleati per il compito  importante e speciale che dobbiamo assolvere…

STANNO VENENDO TEMPI NUOVI.

I GRANDI PILASTRI, SU CUI SI ERGEVA IL POTERE E LA CONOSCENZA SPIRITUALE DEI SECOLI SCORSI, SI STANNO MUTANDO E NOI SIAMO CHIAMATI A COSTRUIRE  NUOVE FONDAMENTA.
C’è TRA NOI CHI HA POTERI SOMMI E NON LO DICE.
L’UMILTA’ CHE QUESTE CREATURE  veggenti POSSIEDONO,  SONO  GRANDISSIME …
DOVETE PENSARE AD UN MONTE: OGNUNO DI NOI OCCUPA UN POSTO SUL CRINALE DI QUESTO MONTE E QUINDI VEDE UN SUO ORIZZONTE E HA CONTATTI CON UNA PARTE DELL’AL DI LA’ più o meno ampia…
Più siete disposti in alto lungo le pendici di questo monte spirituale, più vedete, percepite, cogliete, partecipate e quindi sicuramente faticate a confrontarvi, ma fatelo comunque.
E’ un gesto di grandezza sapersi guardare dentro ed intorno, per non smarrire il cammino.
Non facciamo come certi automobilisti che trovandosi in difficoltà, nel giungere a destinazione, non vogliono fermarsi ed  abbassare il finestrino per chiedere informazioni, come se quel gesto li sminuisse e così, per non “essere feriti nel loro “falso orgoglio”,continuano a girovagare a vuoto e sprecano tempo, energie e serenità, … Sarebbe tutto così facile, se avessero l’umiltà di abbassare un finestrino, con un semplice “click” …
L’umiltà è importante, è anch’essa un grandissimo prezioso dono.

Nel prossimo articolo troverete la testimonianza vera, di un defunto …
Leggetela, ne vale la pena!!

**********************************

marinella...{#emotions_dlg.big-hug}

Login utente

test