VEDERE LE COSE PER QUELLE CHE SONO....6.....6....17

Ciao marinella

Spero che tutto vada bene...

Il filosofo tedesco, Friedrich Nietzsche, una volta disse:

"Un paio di buoni occhiali sono abbastanza per curare una
persona innamorata "

Potresti chiederti…cosa ha che fare con le manifestazioni?

Se ricordi, nelle precedenti e-letter, ho parlato di come puoi
manifestare i tuoi desideri distaccandoti da essi…quando non
senti di averne bisogno ma senti di desiderarli...

Ti ho inoltre mostrato l’atteggiamento da avere:
“l’atteggiamento del gioco”, L’atteggiamento di “desiderare”
piuttosto che “avere bisogno”.

Ma c’è un altro modo per farlo, che conduce anche alla grande
illuminazione…il modo in cui lo fanno i Buddisti Zen...

È bello “volere” e desiderare qualcosa, ma alcune persone si
innamorano dei loro desideri…Pensano che se non realizzano
quei desideri, sarà la fine delle loro vite...

Quell’atteggiamento fa male alle manifestazioni perché è un
atteggiamento di “necessità”…in quel modo ti innamori dei tuoi
desideri invece di “volerli” semplicemente...

La buona notizia è che c’è una cura per questo...

La cura è quel che ha prescritto Nietzsche: un paio di buoni occhiali!

Quel che intendeva era che se puoi vedere le cose per quelle che
sono veramente, non ti innamorerai mai di loro.

E lo Zen riguarda proprio questo... "Vedere le cose per quelle che
sono davvero"... niente di più e niente di meno.

Il miglior cammino verso l’illuminazione consiste nel realizzare
quanto le percezioni cambiano la vera realtà delle cose che ti
circondano.

Ad alcune persone capita che a volte la percezione mostri loro le
cose tanto meglio di quanto sono, al punto che iniziano a dare più
valore a quelle cose piuttosto che alla loro felicità. Questo è un errore.

Ricorda, non c’è nessun desiderio la fuori, grande o piccolo che sia,
più prezioso di te. Quindi non sacrificare mai la tua felicità per i tuoi
desideri.

Certamente, non c’è nulla di sbagliato nel godere di cose meravigliose.
Quello è il sale della vita. Ma innamorarsi di loro significa non vederle
per quelle che sono davvero.

E l’ironia sta nel fatto che, più ci si innamora di qualcosa, più lo si
mette su un piedistallo e più diventa irraggiungibile.

Dunque, durante le sessioni di manifestazione, visualizza i tuoi
desideri nel modo più bello, per imprimere la tua mente subconscia,
ma quando non sei in sessione, guarda la realtà delle cose come
un Buddista Zen.

In quel modo, avrai il controllo completo delle tue percezioni.
Usale soltanto durante le sessioni e a tuo vantaggio.

Così facendo, non ti innamorerai del tuo desiderio sacrificando
la tua felicità.

In questo modo infatti, rendi i tuoi desideri più terreni e
raggiungibili e puoi manifestarli nella tua vita.  

Ecco che cos’è l’illuminazione…è essere lucidi…è essere svegli.

Ecco che cos’è lo Zen!

Ti auguro la manifestazione dei tuoi desideri,
Dr. Eric

marinella.{#emotions_dlg.big-hug}

Login utente

test