Ringraziamento...( C'E' POSTA PER ROSI )

Sono Rosi, un’amica di Mariateresa.  In questi ultimi mesi non sono stata bene e Mariateresa mi ha aiutata in molti modi: mi consolava se piangevo, mi ascoltava con attenzione, mi aiutava a notare tutti i  piccoli miglioramenti e la sua voce assumeva immediatamente una sfumatura di tenerezza non appena avvertiva, nella mia, il peso dello star male. Mi ha mandato tante meravigliose immagini per ricordarmi la bellezza della vita e suggerito letture. Raccontava le sue esperienze sempre con una felice e lieve autoironia.  Mi ha aiutata anche trasmettendomi la sua speciale energia. Mariateresa sa che non credo al principio della reincarnazione e conosce il mio atteggiamento critico nei confronti di ogni religione. Da qualche anno, però, sento una nuova attenzione nei confronti della dimensione spirituale dell’esistenza: leggo i grandi pensatori delle diverse fedi, cerco di imparare ad ascoltare e a contemplare, mi piacciono molto i canti di lode e di ringraziamento raccolti, per esempio, nel libro dei Salmi.

Il pensiero di un teologo cattolico, Vito Mancuso, per cui l’essere è energia, è relazione che evolve verso livelli qualitativi sempre più elevati, mi fa pensare al divino non solo come a una qualità purissima di energia, ma come logica, principio presente dentro ogni persona o fenomeno naturale,  che sostiene questa evoluzione qualitativa. Scrive  Mancuso: “Questa logica interiore all’essere-energia, nonché suo fondamento, è stata individuata da tutte le grandi tradizioni religiose dell’umanità, le quali l’hanno denominata ciascuna a modo suo (........): i greci la denominavano logos, gli indù e i buddisti dharma, i cinesi tao, i giapponesi to, gli egizi maat, gli ebrei hokmà. Questo è il volto del divino cui la ragione può giungere da sé. Per qualcuno il mistero di Dio si esaurisce qui, per qualcun altro (e io sono tra questi) no, perché ritengono che esso rimandi più in là, a un centro personale cui è possibile rivolgersi con il nome di padre. Ma in un caso e nell’altro la fede in Dio si qualifica come fiducia nella vita e nel suo destino. (la sottolineatura è mia e il brano è tratto dal libro Disputa su Dio e dintorni, di Corrado Augias e Vito Mancuso, ed. Mondadori, 2009,  pagg. 230-231)

         Sono molto riconoscente nei confronti di Mariateresa: è una persona luminosa e non mi ha chiesto adesioni, patenti o vincoli: solo di provare ad avere, appunto “fiducia nella vita e nel suo destino”.

         So, però, che sono state pronunciate preghiere per me anche da tutto il vostro gruppo. Di questa vostra generosità e libertà sono profondamente grata e auguro con il cuore a ciascuna e ciascuno di voi tutto il bene.

         Grazie, davvero.

        

                                                                                                       Rosi

21 febbraio 2010

 

BENVENUTA ROSI..

Ti accolgo con questa meravigliosa canzone dell'Amato GESU'.

Un abbraccio in GESU'....{#emotions_dlg.bye} viramo

Login utente

test