la fine del Kali Yuga

la fine del Kali Yuga

Si diffonde sempre più la presa di coscienza generale che le cose non torneranno mai più ad essere come prima. Dal 2008 in poi, abbiamo visto alcune oligarchie ridisegnare il mondo facendo pendere gli  equilibri geopolitici verso nuove tendenze, a dire il vero, inquietanti. Dal 2019 in poi, questo disegno si è palesato con maggiore intensità tramite la strumentalizzazione del virus.  Ma dipende tutto solo dalla mano degli uomini? Esiste una qualche forma di sincronicità tra i cambiamenti collettivi e le leggi cicliche dell’universo? Lo spazio vuoto tra le galassie si sta espandendo, allontanandole,  e assistiamo oggi ad una accelerazione di questa espansione, paragonabile all’espansione di coscienza che sta avvenendo in questi ultimi anni sulla Terra.

Un antico testo sanscrito, il Linga Purana,  descrive l’origine, la manifestazione e la distruzione ciclica del cosmo con la suddivisione in quattro ere di ogni ciclo cosmico.  Secondo questa visione ciclica, stiamo vivendo l’ultima era di un ciclo, denominata Età Oscura, Kali Yuga o Età del Ferro. Questo ciclo si sta concludendo,  favorendo l’avvento di una nuova umanità (Satya Yuga), che sarà guidata da Kalki, il Decimo ed ultimo Avatar sulla Terra.

Riporto qui alcune descrizioni della fine del Kali Yuga, che coincidono con certe situazioni che stiamo vivendo attualmente:  “Verso la fine dello Yuga di Kali,  i ladri deruberanno i ladri”. “Gli uomini perbene si ritireranno dalla politica”. “Si venderà cibo già cotto sulle piazze”. “Nessuno vivrà la durata normale della vita che è di cento anni”. “I riti decadranno nelle mani di uomini senza virtù”. “Gli uomini si uccideranno l’un l’altro e uccideranno anche i bambini, le donne e le vacche”. “Solo i beni conferiranno il rango”. “ Solo movente della devozione sarà la salute fisica”. “Solo legame tra i sessi sarà il piacere”.” Sola via di successo la falsità” e tante altre profezie su questa riga. Ma troviamo anche alcune notizie importanti: “Tuttavia alcuni raggiungeranno la perfezione in pochissimo tempo”. “I meriti ottenuti in un anno nel Treta Yuga possono essere ottenuti in un mese nel Dvapara, in un giorno nel Kali Yuga”.  Questa perfezione descritta dal Purana, sarà quindi raggiungibile in pochissimo tempo nel Kali Yuga, e coinciderà con l’avvento di una nuova età dell’oro e il ritorno di una stirpe di esseri risvegliati. Nonostante il caos attuale, la strada è aperta verso una nuova umanità che ci è ancora difficile immaginare. Come scrisse il grande yogi indiano Sri Aurobindo: «L'uomo è un essere di transizione, non definitivo, perché in lui e al di sopra di lui inizia il radioso cammino ascendente che conduce alla 'superumanità' divina […]'Cè in noi qualcosa di inespresso, che deve essere reso manifesto da un'illuminazione avvolgente che scende dall'alto. Nei nostri recessi più profondi vive imprigionata una divinità ed una divinità ancora più grande è pronta a discendere dalle sommità supermentali. Il segreto del nostro futuro sta nell'unione tra quella discesa e la forza risvegliata in noi».  La mia ultima speranza davanti alla falsità e alla disonestà imperanti, ripone nel risveglio che vediamo già palesarsi, nell’accelerazione dei tempi, nella fiducia che l’uomo possa esprimere questo potere di creare e tutelare la vita, e così  riconoscere la sua matrice divina. Vi lancio un appello a destarvi e a mobilitarci tutti in coscienza contro l’Ignobile che ci vuole asserviti. È ora,  o mai più, che possiamo chiudere il cerchio del Kali Yuga.

Associazione Ildegardiana Viriditas - centroviriditas@gmail.com C.F.: 90051330562 P.Iva: 01700340563
https://www.viriditas.it › interna
 

Login utente