Legge del Distacco: la Legge Universale

Leggi del distacco: promuovere la libertà e lasciare che anche gli altri siano liberi

 

La libertà è il modo più pieno, completo e salutare di godersi la vita, di comprenderla in tutta la sua immensità.

Distaccarsi non vuol dire tagliare i legami o stabilirli in nome della freddezza emotiva. Piuttosto il contrario. Si tratta di una dimensione in cui possiamo imparare ad appianare le paure per amare in modo più autentico e rispettoso.

Saper dare e lasciarsi ricevere senza pressioni, senza bisogni ciechi, senza ansie o con l’eterna paura di essere abbandonati. È preferire senza bisogno degli altri.

Un altro aspetto da ricordare sul distacco è che non siamo obbligati a essere responsabili della vita altrui. Non mancano quindi coloro che bramano di trovare un partner per fuggire dalla solitudine o anche per sanare vecchie ferite di ieri.

Sia chiaro che nessuno di noi ha l’obbligo di essere un eroe. Per salvare gli altri per guarire la loro solitudine o le fratture causate da vecchie relazioni. Questi di legami generano solo sofferenza.

Donna che salta e le leggi del distacco.

Gli attaccamenti intensi non sono mai sani, pensate ad esempio a quei genitori ossessivi che si spingono troppo oltre nel proteggere i propri figli e impediscono loro di maturare, di avanzare in sicurezza per esplorare il mondo.

Il distacco è vitale in questi casi, poiché consente di superare i limiti della certezza per imparare dall’imprevisto, dall’ignoto.

Accettare che le perdite prima o poi accadranno

In ogni corrente buddista e spirituale è presente l’idea della impermanenza. Parliamo di quella dimensione in cui siamo obbligati a capire che in questa vita nulla dura, che nulla può essere durare eternamente.

Le relazioni e anche le cose materiali cambiano, maturano e spesso addirittura svaniscono. Accettiamo quindi l’idea del cambiamento, dell’assenza e anche della perdita come una legge vitale alla quale non possiamo chiudere gli occhi.

Alcune persone se ne andranno per sempre, i figli cresceranno, alcuni amici cesseranno di esserlo e alcuni amori lasceranno il calore della nostra mano… Tuttavia, molte altre cose verranno. Perché la vita è cambiamento, ma anche movimento e tutto questo fa parte delle leggi del distacco.

E come tale, dobbiamo imparare ad accettarlo per affrontarlo con maggiore integrità. Con maggiore forza. Quello che però non cambierà mai è la capacità di amare: iniziamo sempre da noi stessi.

Conclusioni

Se desiderate iniziare a praticare le leggi del distacco, prima di tutto dovrete imparare a identificare le emozioni e i sentimenti generati dall’elemento di attaccamento (può essere una persona, una situazione o un oggetto).

Chiedetevi quindi quale scopo soddisfa nelle vostre vite e tenetelo sempre a mente. Allora siate grati per quello che ha fatto per voi e lasciatelo andare.

Login utente

test