Ma cos’è in realtà la Coscienza?

Ma cos’è in realtà la Coscienza?

di Manuela Antonelli

Quanti di voi si sono chiesti almeno una volta cosa sia in realtà la coscienza? A questa domanda alcuni avranno azzardato una risposta pensando all’anima, a Dio, allo spirito, all’Io, altri ad un mix di questo e di quello.

La coscienza non è il prodotto del cervello | ilQUIeORA

Il termine “coscienza” entra nella lingua italiana nel XIII secolo, derivando dal latino conscientĭa qui derivando dal termine, sempre latino, conscīre (“essere consapevole”). Nel corso della storia la comprensione di questo elemento ha interessato filosofi, psicologi, intellettuali e neuroscienziati e il suo significato si è andato pian piano modificando passando dal concetto di dualismo a quello di unità, del tutto.

Cartesio distingueva in modo netto la “res cogitans” dalla “res extensa”, ovvero la “materia che pensa”, l’ambito circoscritto del pensiero e delle idee, da quello esteso del corpo, non pensante e distinto dal primo. Da qui il suo errore! Questo dualismo oggi le neuroscienze lo hanno di fatto superato totalmente, tendendo invece a tenere ben distinti il cervello, ovvero l’organo del corpo dedito alla funzione di supervisione centrale del sistema nervoso, dalla mente, che comprende principalmente funzioni cognitive quali la memoria, le percezioni, le emozioni, l’apprendimento e il ragionamento, rendendo possibile il pensiero.

Ma cos’è invece e in realtà la Coscienza in chiave quantistica?

Prima di iniziare un percorso di crescita personale io ritengo fondamentale fare chiarezza proprio sul significato di Coscienza in chiave quantica.

Partiamo quindi dal presupposto che l’uomo appartiene alla natura, non può osservarla dal di fuori, poiché ogni atto di osservazione la modifica e la plasma. L’uomo e la natura sono fatti di energia e interagiscono attraverso vibrazioni. Pertanto la coscienza è la forma vibrazionale che comunica con il tutto.

La parola “Coscienza” è un termine che deve essere valutato in termini più ampi, energetici, quantistici, facendo alcune considerazioni:

ogni nostra cellula è controllata dalla Coscienza, se non fosse così non esisterebbe vita sulla Terra;
– la cellula nasce e vive proprio perché è gestita da una Coscienza che in sé racchiude tutte le forze di evoluzione della cellula stessa: nascita, forza di moltiplicazione, trasformazione e evoluzione;
ogni essere vivente che sia pianta, animale o minerale ha la sua Coscienza che regola e gestisce tutti i campi di informazione e li coordina.

emozioni: Meravigliosa natura!

Per concludere e lasciarvi alla riflessione e alla comprensione di quanto sopra vi ho scritto, riporto una bellissima frase di Eckhart Tolle: “Non sono né i miei pensieri, né le mie emozioni, né le mie percezioni sensoriali, né le mie esperienze. Io non sono il contenuto della mia vita. Sono lo spazio nel quale tutto si produce. Sono la coscienza. Sono il presente. Sono”.

Quindi la coscienza è il tutto ed è comprendendo il tutto che possiamo esprimere il nostro potere personale di guidare la nostra vita verso vibrazioni alte, positive e la realizzazione del nostro progetto di vita.

Articolo di Manuela Antonelli

Fonte: https://www.nuoveviedellenergia.com/7207/

Login utente

test