Il dolore..................17.....12......19

Il dolore

Ogni persona che soffre crede che il suo dolore sia unico e speciale, e ha ragione. Quel dolore c’è, è qualcosa di reale, vero, presente nell’anima e nel corpo, non è solo nella testa come tanti psicologi da due soldi dicono o come speso dicono anche i medici ( che mandano i pazienti dagli psicologi ) quando non sono in grado di guarire quel male, gli affibiano un bel nome e buona notte. Il dolore è sempre l’espressione di un disagio e quel disagio è sempre vero e reale e cambiare i pensieri non è sufficiente, perchè quel dolore è nell’anima, nella carne, non esce perchè mi metto a pensare positivo!!! Posso pensare e visualizzare ogni cosa che voglio, il dolore forse si attenua per un po poi torna. Il dolore vuole dirci sempre qualcosa, non va scacciato, è la chiave di accesso alla nostra Anima.

Al contrario va ascoltato, guardato, capito e non è cosi facile, perchè il dolore si manifesta non sempre in modi diretti e chiari, spesso il dolore ha già fatto un lungo percorso per manifestarsi in quella forma e risalire all’origine è un compito lungo e laborioso. Quel lavoro pero lo può fare solo chi soffre o aiutato da qualcun che lo aiuta a fare quel percorso che pero solo lei/lui può fare. Ma qui purtroppo è la persona sofferente che il più delle volte evita di farlo e preferisce lamentarsi del male anche per una vita intera, proprio perchè quel male nasconde ciò che egli stesso non vuole vedere. Il solo modo per guarire  è prorprio guardare in faccia il male fino a comprendere ( predere con sé ) il suo messagio, il suo grido di aiuto, il suo urlo disperato.

Ogni male ha origine nell’Anima, si manifesta nel corpo ma non è del corpo. Putroppo quando è nel corpo risalire all’Anima diventa più difficile perchè quel male è già nelle cellule e più ci rimane, meno vuole andarsene. Se non faccio lo sforzo di vedere nell’Anima, il male non andra mai via, perchè è l’Anima stessa che ti parla attraverso quel dolore. Sembra crudele e lo è ma non se si capisce che l’Anima è come un bambino, urla finchè viene ascoltato e se noi non lo ascoltiamo è come se mettessimo quel bambino in un’armadio buio e angusto e poi buttassimo via la chiave. Il problema è che la maggior parte delle persone che sta male quella chiave non sa più dove è, vede l’armadio, sa che li dentro c’è il bambino, ma non riesce più ad aprire quella porta.

Ritrovare la chiave a questo punto è spesso come cercare un ago nel pagliaio, ma bisogna farlo, eventualemente eliminando tutta la paglia passata al setaccio. Il male non  mai qualcosa che viene da fuori ( virus, batteri, geni, tempo metereologico, cibo ) questi sono solo fattori esterni che lo scatenano, ma il male è dentro, nelle viscere, poi quel virus, quella predisposizione, quel tempo lo scatena ma il male c’è comunque e sempre ma non sempre lo sentiamo. Il male è un bene perchè vuole farti riapire quell’armadio, liberare quel bambino e riabracciarlo, perchè quel bambino sei tu e l’hai dimenticato per seguire il più delle volte futili sogni o amori o cose…

Se soffri, il tuo dolore è reale, non è solo nella testa, non è una fantasia, ma se vuoi guarire, davvero guarire una volta per tutte, quel dolore non solo non devi scacciarlo, ma devi abbracciarlo, farlo tuo fino in fondo perchè è parte di ciò che sei, è parte del tuo canto che rimane soffocato in gola dal dolore stesso. Il dolore è sempre un grido dell’Anima, griderà sempre, fino a stordirti, fino a farti urlare che non ne puoi più, non smettera mai e come potrebbe farlo, tu non sei il tuo copro, non sei la persona che vedi nello specchio, sei la tua stessa Anima che rifiuti ( spesso perchè altri prima di te l’hanno rifiutata, dai genitori, agli insegnanti, agli amici, agli amanti, mariti, e mogli…

Se gli altri lo hanno fatto non farlo tu. Ma noi diamo cosi tanta importanza agli altri da credere che il loro gidizio, rifiuto sia la verità assoluta e che se lo hanno fatto avevano una ragione per farlo, certo l’avevavo, la sola ragione che avevano e che qualcuno ha fatto a loro esattamente ciò che hanno fatto a te. Ma riprenderti la Tua Anima è qualcosa che solo tu puoi fare, non chi ti ama, meno ancora chi ti ha ferito…

dolore – Libera l'Anima



https://liberalanima.wordpress.com › category › dolore

Login utente

test