Le illuminazioni di Celestino: la Sincronicità..2...8........16

 

Le illuminazioni di Celestino: la Sincronicità


La storia narrata da James Redfield nel suo famoso romanzo "La profezia di Celestino", già citato da Red nella discussione sui drammi della personalità, lascia tanti spunti di riflessione, piccoli indizi per cominciare a cercare e\o chiarirsi piccole e grandi domande con dubbi che chiunque può avere.
R. per illuminazione intende quelle piccole scoperte, cerchi che quadrano, e che danno il senso a qualcosa che ci accade fino ad arrivare a comprendere la Realtà che ci circonda per come oggettivamente essa è.

La prima illuminazione, o presa di coscienza, è la così detta Sincronicità, termine introdotto da Jung che stava ad indicare, secondo le sue osservazioni, una comunanza di eventi tra di loro apparentemente distanti ma che sono legati insieme dal significato che porta l'evento con se verso il soggetto che lo riceve.

A chi non è mai capitato di domandarsi se le cose che accadono nella nostra vita sono frutto di un caso oppure di un disegno che attiriamo?
Secondo la legge di sincronicità tutto accade perchè si possa seguire un determinato percorso. Spesso e volentieri siamo noi stessi ad interpretare presagi o messaggi nelle piccole cose della vita che per altri non avrebbero alcun senso, ma siamo noi anche ad averli voluti vedere perchè attratti verso un certo punto, uno scopo o una strada.

Il primo passo verso un certo percorso di ricerca del reale è rendersi conto che nulla è un caso, a partire dalla vita e finire con che cosa mangiamo ogni giorno. Accogliere i messaggi che attiriamo per aiutarci a capire chi siamo e dove andiamo.

Quando ci accaniamo contro la sfortuna è perchè non vediamo dei messaggi..
MI rendo conto che a volte è davvero molto, molto difficile riuscire a comprendere ed accettare certe cose che ci accadono, ma forse ne sono accadute altre prima e le abbiamo sottovalutarte, oppure le abbiamo nonconsiderate, e dalla Vita e dal suo insegnamento non si fugge. Il discorso porta con se tantissime considerazioni, su ciò che vogliamo vedere e ciò ceh lasciamo accadere..

Per molti saranno discorsi triti e ritriti eppure spesso son dimenticati nel cassetto e ci si lascia vivere senza osservare ciò che ci accade. L'illuminazione di cui si parla, la prima, vuole invece fermare nella coscienza questo concetto, renderlo sempre presente affinchè ogni cosa sia un percorso verso ciò che realmente il nostro Essere Vuole. E non ci sono vie per scappare a Lui.

__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?

ermopoli.it

(Nessun oggetto)

{#emotions_dlg.kisshearth}

(Nessun oggetto)

{#emotions_dlg.emoticon_grandi_47}

Login utente

test