CAMBIARE = PULIZIA MENTALE

 Oggi, facendo pulizia nel mio PC, ho trovato questo articolo che mi sembra interessante e ancora attuale per il momento che sto vivendo:

---------------------------------------------------------------------------------------------

Spesso, quando cominciamo a lavorare su noi stessi e sui nostri pensieri, è possibile che ci ritroviamo a vivere profondi momenti di confusione.

La confusione altro non è che una parte del processo di cambiamento: emerge quando mettiamo in discussione principi o convinzioni che fanno parte di noi e del nostro vissuto e secondo le quali abbiamo agito fino a quel momento.

Il lavoro mentale che svolgiamo su noi stessi è paragonabile alle pulizie di casa: noi ci muoviamo attraverso le stanze della mente ed esaminiamo i pensieri e le convinzioni che sono in esse contenuti. Quelle che ci piacciono, vengono semplicemente spolverati e lucidati, quelli che invece riconosciamo essere negativi e quindi per noi disfunzionali, hanno bisogno di essere riparati o rimpiazzati; non è forse la stessa cosa che facciamo con un mobile o con dei vecchi giornali ormai inutili ? E allora perchè non farlo anche con i nostri pensieri ?

Il lavoro di pulizia mentale però, essendo un momento di profondo cambiamento che va a toccare i nostri strati più profondi, può portare con sé anche momenti  di confusione e smarrimento. E' come quando si pulisce una pentola piena di olio: appena cominciamo a versare dell'acqua, l'olio comincia a salire in superficie e non dobbiamo smettere di continuare a versarla se vogliamo che l'olio sul fondo della pentola venga completamente a galla e fuoriesca.

Spesso le persone si trovano letteralmente terrorizzate e incapaci di agire in momenti come questi. Si sentono in balia degli eventi e dei propri stati di smarrimento. Ma  non dobbiamo dimenticarci che i significati che diamo alla parola confusione, siamo stati noi per primi a sceglierli.

Come sarebbe se d'ora in poi ci limitassimo semplicemente ad accettare i  nostri momenti di confusione continuando il lavoro di pulizia mentale che abbiamo intrapreso ?

Come sarebbe pensare che la confusione è una fase normale del cambiamento e, in quanto tale, solo un periodo di transizione che possiamo permetterci di accettare e lasciar andare una volta svolta la sua funzione?

Se ci pensiamo bene, spesso è proprio dai periodi di confusione e smarrimento che nascono le grandi intuizioni o le opportunità più favorevoli, specialmente se, proprio a causa di questi, decidiamo di farci aiutare.

trovato nel web

-------------------------------------------------------------------------------------------------

            Quindi, proprio in attesa del nuovo anno, mi sono trovata a fare questa dichiarazione di possibilita': ( come dice Ilaria )

                                               ANNO  2010

           IO  DICHIARO  CHE  SONO  APERTA  ALLA  POSSIBILITA':

                                          DI   C A M B I A R E                         

         Namasté  Nori

Login utente

test